BUON NATALE!!!

Quest’anno, per augurare “Buon Natale!” ai nostri lettori e alle nostre lettrici, abbiamo scelto un testo particolare: si tratta di una canzone di Francesco De Gregori. Ci è piaciuta per due ragioni: in primo luogo perché si tratta di uno di quei casi in cui non si comprende bene quale sia il confine – se esiste – tra canzone e poesia; poi per l’insistenza sullo “scrivere”: del resto, il “Natale” e la “scrittura” sono intimamente legati. … Oh forse avete già dimenticato quando si scriveva la letterina a “Gesù Bambino” o a “Babbo Natale” prima ancora di frequentare la prima elementare…?

E dunque, a tutti e a tutte voi: BUON NATALE!!!

NATALE di Francesco De Gregori

C’è la luna sui tetti e c’è la notte per strada
le ragazze ritornano in tram
ci scommetto che nevica, tra due giorni è Natale
ci scommetto dal freddo che fa.
E da dietro la porta sento uno che sale
ma si ferma due piani più giù
un peccato davvero ma io già lo sapevo
che comunque non potevi esser tu
E tu scrivimi, scrivimi
se ti viene la voglia
e raccontami quello che fai
se cammini nel mattino e ti addormenti di sera
e se dormi, che dormi e che sogni che fai.
E tu scrivimi, scrivimi per il bene che conti
per i conti che non tornano mai
se ti scappa un sorriso e ti si ferma sul viso
quell’allegra tristezza che ci hai
Qui la gente va veloce ed il tempo corre piano
come un treno dentro a una galleria
tra due giorni è Natale e non va bene e non va male
buonanotte torna presto e così sia.
E tu scrivimi, scrivimi
se ti viene la voglia
e raccontami quello che fai
se cammini nel mattino e ti addormenti di sera
e se dormi, che dormi e che sogni che fai.

2 thoughts on “BUON NATALE!!!

  1. Ciao! E’ una canzone molto suggestiva, ti ringraziamo di averla condivisa. Ci conforta il riscontro che otteniamo nell’avere esteso ad alcuni testi musicali la nostra originaria intuizione, vale a dire che la funzione della letteratura e, più in generale, dell’arte, sia proprio quella di mettere a disposizione un linguaggio che permetta di esprimere pensieri ed emozioni profondi, potendoli in tal modo mettere in comune.

    Tra l’altro, proprio in riferimento a Moby Dick, mi piace condividere un ricordo personale, a partir dal fatto che tu ci hai proposto questa canzone come commento al testo di De Gregori da noi utilizzato per augurare ai nostri lettori e lettrici “Buon Natale!”. La festa di Natale è, almeno in Europa e Nord America, in buona parte intrecciata con la storia e la cultura protestante (sono in molti a ricondurre l’albero di Natale allo stesso Lutero). Ebbene, tra i miei amici, molti sono protestanti. Uno di questi una volta mi disse:” Se desideri veramente capire cosa sia il Protestantesimo, leggi ‘Moby Dick'”. Beh, mi sembra che tu ci abbia fornito parecchi spunti di riflessione.
    Grazie ancora e, spero, a presto!

    Fabio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...